A teatro con “Amadigi di Gaula” di G.F. Haendel

Appuntamento a teatro il 29 marzo 2016 alle ore 20.00 con “Amadigi di Gaula”, opera in due atti di G.F. Haendel in scena al Piccolo Teatro Studio di Milano, via Rivoli 6, Milano.

L’opera, promossa da Comune di Milano | Cultura, Settore Spettacolo, e prodotta da Associazione Liederìadi (direttore artistico il tenore Mirko Guadagnini, fondatore del Festival Liederìadi), coinvolge 60 artisti tra coristi, strumentisti e comparse, oltre ai 5 solisti cui è affidata l’esecuzione originale del testo haendeliano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“La storia originale di Amadigi è caratteristica dell’opera del ‘700: una struttura compatta con rimandi fiabeschi, magie e deus ex-machina – spiega la regista Oksana Lazareva – “Sono passati trecento anni dalla prima rappresentazione: era il 1715, il teatro era il King’s Theatre di Londra. Sappiamo però che, dopo qualche replica, l’opera fu ingiustamente messa da parte e dimenticata. Una condizione che, nel tempo, portò vantaggio rispetto ad altre opere più note: libera dal consueto bagaglio di tradizioni e prassi esecutive, Amadigi regalò la possibilità di essere adattata ad altre ambientazioni spazio-temporali”.

L’opera si svolge su un’isola occupata, immaginaria e allegorica, cui deliberatamente non è dato né un nome né una nazionalità per rendere più facile e diretta l’allusione agli innumerevoli scenari di repressione e violazione dei diritti umani che si sono configurati in passato e continuano a riproporsi oggi. Al centro, la sete di potere e di denaro, che spinge a dominare, possedere, sfruttare, distruggendo culture e tradizioni. Dominante, la forza risolutrice dell’Amore, con l’avvincente idillio tra la popolana rivoluzionaria e il militare-colonizzatore.

La rilettura contemporanea di “Amadigi di Gaula” si iscrive in un progetto più ampio che Associazione Liederìadi sta realizzando per dar vita a Milano a un Festival di Opera Barocca. L’obiettivo è quello di portare alla conoscenza del pubblico la musica operistica sviluppatasi tra ‘500 e ‘700, raramente rappresentata, con caratteristiche proprie di indubbia bellezza: l’uso delle voci dei “castrati”, virtuosismi vocali portati all’estremo, l’uso del contrappunto e della fuga e grande senso dell’improvvisazione.


GLI INTERPRETI

AMADIGI – Oksana Lazareva (contralto)
MELISSA – Rossella Giacchéro (soprano)
ORIANA – Anna Carbonera (soprano)
DARDANO – Francesca Sartorato (contralto)
ENSEMBLE E CORO INTENDE VOCI
DIREZIONE – Mirko Guadagnini
REGIA – Oksana Lazareva
Assistente alla regia – Sergio Scorzillo
Light designer – Daniel Tummolillo
Attori della compagnia “Doppio Sogno”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...